La pubblicazione della legge sul “Conto Energia” risale al 2004, ma bisogna attendere il Decreto Ministeriale del 28 luglio 2005 affinché vengano definiti i criteri per l’incentivazione della produzione dell’energia elettrica da impianti fotovoltaici. Col “Conto Energia” si è passati da un contributo in conto capitale per la realizzazione dell’impianto (a fondo perduto concesso una tantum) ad un incentivo legato all’energia generata ed erogato nell’arco di venti anni.
Tra le novità del Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007, rispetto alla normativa previgente, c’è un aumento delle tariffe incentivanti, da un minimo di 36 ad un massimo di 49 centesimi di euro per kWh prodotto. Inoltre, la certificazione energetica dell’edificio si rende necessaria solo per l’ottenimento di un premio aggiuntivo (vedi art. 7 del D.M. 19/02/2007) ed un eventuale intervento a favore della riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio stesso può portare ad un aumento dell’incentivo, fino al 30% del suo valore. L’obiettivo nazionale di potenza fotovoltaica cumulata da installare viene spostato da 2000 MWp entro il 2015 a 3000 MWp entro il 2016.



HOME  |  NEWS  |  AZIENDA  |  SERVIZI  |  PARTNERS  |  CONTATTI
Web develpment: Dataexpert Web/Creative Factory IT03103820928 info@suningsrl.com
INFORMATIVA PRIVACY