Servizio di scambio sul posto
Il possessore di un impianto con potenza compresa tra 1 e 20 kWp ha la possibilità di usufruire del servizio di “scambio sul posto”. La tariffa incentivante si applica a tutta l’energia elettrica prodotta dalle utenze del richiedente. Quindi, si ha un guadagno derivante sia dall’incentivazione dell’energia prodotta sia dall’uso gratuito di tale energia, con conseguente risparmio sulla bolletta.
Se la produzione eccede il consumo di energia, il saldo positivo è riportato a credito per la compensazione, in energia, di un eventuale saldo negativo dell’anno successivo. Il saldo positivo relativo ad un dato anno, può essere sfruttato come compensazione per un massimo di tre anni successivi all’anno in cui è stato maturato. Se l’impianto fotovoltaico non è in grado di coprire l’intero fabbisogno energetico dell’utenza e si è privi di “credito in energia”, la differenza sarà pagata al fornitore al costo per kWh stabilito dal contratto.
Lo scambio sul posto si rivela la scelta più conveniente nel caso in cui si dimensioni l’impianto in base al propri consumi, poiché viene incentivata unicamente l’energia consumata.

Cessione dell'energia elettrica in rete
Nel caso in cui il richiedente non intenda avvalersi del servizio di scambio sul posto o possegga un impianto di potenza superiore a 20 kW, ma inferiore a 1000 kW, la produzione incentivata è tutta l’energia elettrica prodotta, che può anche essere in tutto o in parte consumata dalle utenze dello stesso richiedente. Le modalità sono analoghe a quelle vigenti nel caso del servizio di scambio sul posto. La differenza principale consiste nella destinazione e nella valutazione dell’energia prodotta in eccesso rispetto all’autoconsumo. Tale energia viene totalmente ceduta alla rete elettrica, con un compenso variabile in base alla quantità di energia ceduta annualmente:
  • 0,096 € fino a 500.000 kWh/anno
  • 0,081 € da 500.000 a 1.000.000 di kWh/anno
  • 0,071 € da 1.000.000 a 2.000.000 di kWh/anno
Affinché la modalità di cessione dell’energia alla rete sia una scelta conveniente, è necessario che l’impianto sia sovradimensionato, ossia abbia una produzione di energia superiore, rispetto a quella consumata, del 30 - 40%. Ossia, il regime di vendita è consigliato a chi dimensiona un impianto in base alla superficie destinata all’installazione o al budget disponibile per l’investimento.



HOME  |  NEWS  |  AZIENDA  |  SERVIZI  |  PARTNERS  |  CONTATTI
Web develpment: Dataexpert Web/Creative Factory IT03103820928 info@suningsrl.com
INFORMATIVA PRIVACY